In offerta!

Perlè 2017 Brut Ferrari – Trento Doc

34,50

Chardonnay

Il Trento Doc esprime l’essenza delle bollicine di montagna, prodotte esclusivamente con Metodo Classico da sole uve trentine.

Trentodoc millesimato di indistinguibile pregio, ottenuto solo con selezionate uve Chardonnay. È dai migliori appezzamenti di famiglia che nasce il Perlé. La maturazione sui lieviti dura ben 5 anni prima di un’ulteriore sosta in bottiglia. Il Trento DOC “Perlé” di Ferrari è un metodo classico che sintetizza al meglio l’arte e l’eleganza dei vini targati Ferrari.

Tenui riflessi dorati impreziosiscono il giallo paglierino. Il perlage è estremamente fine e persistente. Elegante e armonioso: si distingue l’inconfondibile fondo aromatico tipico dello Chardonnay. Segue un finale lievemente ammandorlato e di grande persistenza, frutto del lungo affinamento sui lieviti.

Annata: 2017
Grado: 12,5 %

Produttore: Ferrari Trento – Fratelli Lunelli
Formato: 0,75 lt.

 

21 disponibili



Condividi
Descrizione

Perlè 2017 Brut Ferrari – Trento Doc

Con la sua viticoltura di montagna, il Trentino è una terra straordinariamente vocata per dar vita a bollicine di grande eleganza e complessità. L’alternarsi di giornate calde e notti fresche impreziosisce i grappoli, conferendo loro una ricchezza di aromi e profumi. Ed è grazie all’intuizione di Giulio Ferrari se questi luoghi sono oggi il più grande vigneto italiano di Chardonnay.Con la sua viticoltura di montagna infatti, il Trentino è una terra straordinariamente vocata per dar vita a bollicine di grande eleganza e complessità: l’alternarsi di giornate calde e notti fresche impreziosisce i grappoli, conferendo loro un arcobaleno di aromi e profumi.

Il Trento Doc esprime l’essenza delle bollicine di montagna, prodotte esclusivamente con Metodo Classico da sole uve trentine. È la prima Doc nata in Italia per il Metodo Classico e la seconda al mondo dopo la Champagne. Sono 40 i produttori e oltre 100 le etichette riunite sotto il marchio TrentoDoc, nato nel 2007 e promosso dall’omonimo Istituto.

Sul finire dell’estate l’uva viene raccolta a mano e portata in cantina, dove viene pressata. È il momento della prima fermentazione, in cui rivivono le note olfattive del vitigno d’origine. Dopo la creazione delle cuvée, il vino base è imbottigliato e arricchito di zuccheri e lieviti selezionati. Comincia così la seconda fermentazione, quella che dona il perlage. Il riposo della cuvée dura dai due ai dieci anni a seconda dell’etichetta. Nel silenzio della cantina si perpetua il rito del remuage: quell’ottavo di giro quotidiano, indispensabile per fare scivolare verso il tappo il sedimento, che verrà eliminato con la sboccatura. L’opera termina con l’aggiunta della liqueur d’expédition.

 

Informazioni aggiuntive
Peso 1,5 kg
NEW

Privacy Preference Center