Pinot Grigio Felluga 2020 – Colli Orientali del Friuli Doc – Livio Felluga

19,00

100% Pinot Grigio

Questo nobile vitigno deriva da una mutazione gemmaria del Pinot Nero e, prediligendo climi freschi, trova il suo habitat ideale in collina. La vinificazione Livio Felluga conferisce al vino finezza ed eleganza, mantenendo i tenui riflessi ramati che ne caratterizzano inconfondibilmente il colore. È sicuramente il vino friulano più conosciuto nel mondo.

Allevate in prevalenza a Guyot, le viti affondano le radici nella Ponca (flysch di Cormòns in termini tecnici), terreno composto da marne e arenarie di origine eocenica stratificatesi sotto i mari nel corso dei millenni, che conferisce ai nostri vini sapidità e mineralità uniche.

La vendemmia si svolge durante la prima metà di settembre. L’uva sana e perfettamente matura è stata raccolta a mano, in piccole cassette, per preservare l’integrità della bacca. Delicatamente diraspata e lasciata in macerazione per un breve periodo, è stata quindi sofficemente pressata, ed il mosto così ottenuto è chiarificato per decantazione. È seguita la fermentazione a temperatura controllata in recipienti di acciaio inox. A fine fermentazione il vino è stato mantenuto alcuni mesi sui lieviti, per aumentarne complessità, cremosità e vocazione all’invecchiamento. Una volta imbottigliato, riposa in locali termocondizionati per l’affinamento.

Annata: 2020

Grado: 13 %
Produttore: Livio Felluga
Formato: 0,75 lt

Out of stock



Share
Description

Pinot Grigio Felluga 2020 – Colli Orientali del Friuli Doc – Livio Felluga

La storia di Livio Felluga e del suo vino si intreccia con la storia della sua terra. Livio Felluga si trasferì in Friuli alla fine degli anni ’30, per stabilirsi sui dolci contrafforti delle colline di Rosazzo. Il suo sogno di produrre vino di collina fu interrotto dal richiamo al fronte. Al termine della Grande Guerra poi il ritorno in Italia non fu facile per i reduci: i confini fisici, politici ed etnici erano cambiati, stravolti per sempre, come lo stesso paesaggio agricolo e sociale della collina. La popolazione contadina se ne stava andando.

Livio Felluga intraprese dunque una nuova battaglia per far risorgere la collina, convinto che solo la rinascita della coltivazione di qualità potesse riportare la vita nella campagna friulana.
Con grande coraggio cominciò a restaurare gli antichi vigneti di Rosazzo. Ed impiantarne di nuovi, introducendo poi idee e metodi innovativi.
Un lavoro duro ma intrapreso con grande caparbietà e passione. Lo porterà nel corso degli anni a creare una delle più belle e significative realtà aziendali del nostro paese.La visione di Livio Felluga, il rispetto per il territorio e l’ossessione per la qualità, viene tramandata dall’azienda. Oggi saldamente nelle mani dei suoi figli. 242 ettari, dei quali 187 destinati alla coltivazione della vite. 14 vitigni un grande ecosistema ricco di biodiversità.
La Carta Geografica in etichetta rappresenta con orgoglio i grandi vini bianchi d’Italia in oltre 80 Paesi, perpetuando il sogno di quel grande uomo che è stato Livio Felluga.

https://calatamazzini15.it/product/capo-martino-2015-friuli-venezia-giulia-jermann/

Additional information
Weight 1,5 kg

Privacy Preference Center